TECNOLOGIA LED E SMART BUILDING: CON SITE S.p.A. L’UNICAL CONFERMA LA SUA VOCAZIONE PER L’INNOVAZIONE E L’ECCELLENZA

2019-09-12T14:46:16+00:00giovedì, 12 Settembre 2019|COMUNICATI STAMPA, IN-SITE, RIPENSARE L'ENERGIA, STORIE DI INNOVAZIONE|

Bologna, 12 settembre 2019 – SITE e L’Università della Calabria hanno da poco concluso il progetto record di trasformazione “Smart” del Campus dell’Ateneo situato ad Arcavacata di Rende (CS), una delle realtà accademiche più dinamiche e sostenibili del Sud Italia. L’investimento effettuato da UNICAL si inserisce all’interno di una strategia più ampia e ambiziosa di sostenibilità ambientale e di risparmio energetico, in linea con gli obiettivi stabiliti dall’ONU nell’Agenda 2030. Una strategia vincente che abbraccia l’innovazione, con lo scopo di migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza, razionalizzare il consumo delle risorse e favorire l’utilizzo di energia rinnovabile.

Senza alcuna interruzione delle attività didattiche rivolte ai circa 30.000 studenti, il progetto ha visto nella fase iniziale l’adattamento da parte di SITE in accordo con la Divisione Tecnica dell’Università della Calabria, degli impianti di illuminazione alla tecnologia LED su oltre 120 edifici, sviluppati in altezza fino a 10 piani, e l’ingegnerizzazione e l’installazione di oltre 33.000 corpi luminosi prodotti da SITE con il brand VIVILA Led nel rispetto dei tempi contrattuali impiegando circa  310 giorni. Un relamping LED che consentirà all’Ateneo un risparmio energetico annuo sui consumi “in bolletta” previsto intorno ai 500.000 euro a seguito della riduzione della potenza totale installata superiore al 55% insieme all’abbattimento di emissioni di CO2 di circa il 70%.

L’Università della Calabria ha inoltre scelto di adottare la piattaforma IoT KIRETI Smart Building, sviluppata dall’ingegneria di SITE, per trasformare 82 degli edifici più importanti del Campus in edifici intelligenti dal punto di vista della sicurezza e del monitoraggio energetico. La piattaforma per gli Smart Building in questa applicazione è stata predisposta per effettuare il monitoraggio sui consumi energetici e individuare le fonti di dispersione per ogni singolo edificio attraverso specifiche misure sulle cabine di trasformazione energia elettrica MT/ BT (media e bassa tensione), e per effettuare ai fini della sicurezza un controllo più accurato contro eventuali intrusioni di personale non autorizzato al di fuori degli orari consentiti, integrando il sottosistema di gestione dell’illuminazione esistente insieme ai nuovi rilevatori di presenze appositamente installati. Questa innovazione si stima che apporterà un ulteriore riduzione sui nuovi consumi energetici intorno al 5-10%.

L’operazione di trasformazione “Smart Building” ha previsto per SITE: lo sviluppo personalizzato di oltre 350 pagine grafiche in grado di rappresentare in maniera speculare la realtà in chiave prospettica di ogni edificio e area monitorata in formato 3D; l’utilizzo di 75 unità intelligenti di edificio e di 486 sensori per la rilevazione di presenze all’interno di ogni piano; l’installazione di 251 sistemi di smart metering e di 63 analizzatori della qualità dell’energia (Energy monitoring) all’interno delle cabine di bassa e media tensione e infine l’integrazione e la configurazione di tali dispositivi all’interno della piattaforma.

Il progetto dall’ Università della Calabria di conversione degli edifici in Smart Building, e degli impianti  di illuminazione a tecnologia Led, è stato tra i più rilevanti e significativi realizzati da SITE. Stiamo diventando sempre di più un partner strategico di innovazione, un partner che si colloca all’interno dei programmi di efficientamento energetico e di sostenibilità ambientale dei propri clienti ed in grado di gestire situazioni di grande complessità  e ricche di variabili da tenere sotto controllo. – ha dichiarato l’Ing. Stefano Giuliato, Responsabile della Business Unit Energia e Impianti Tecnologici di SITE Spa – Nel progetto UNICAL le tempistiche contrattuali sono state molto ristrette e bisognava operare senza intralciare le normali attività didattiche. Il successo di questo progetto è da attribuirsi anche alla relazione sinergica instaurata sin da subito con i referenti tecnici dei lavori di UNICAL in particolare con l’ufficio Direzione Lavori guidato dall’Ing. Vincenzo Brancaccio e alla loro professionalità dimostrata durante tutta la vita del progetto che è giunto all’attuale fase conclusiva di collaudo.

L’Ateneo ha avviato le basi per una rivoluzione e centralizzazione della gestione del Campus confermando il suo primato nella ricerca dell’eccellenza e della sostenibilità, dotandosi di uno strumento all’avanguardia, completamente scalabile e modulare, in grado di integrare fino a 8200 dispositivi installati mediante l’utilizzo di protocolli di comunicazione e standard aperti. Questo significa che l’Università della Calabria potrà per il futuro ampliare le funzionalità della piattaforma Kireti e rendere sempre più smart la sicurezza, l’energy saving e l’attività di manutenzione dell’intero Campus.

Il Direttore dei Lavori UNICAL, l’Ing. Vincenzo Brancaccio  ha aggiunto:  << Una delle peculiarità che ha caratterizzato questo  progetto per noi di UNICAL  è stata l’evidente complessità  nella gestione e nel coordinamento di tutte le attività necessarie per procedere all’installazione di un elevatissimo numero di lampade Led destinate ad illuminare 300.000 metri quadrati delle aree del Campus in un costante e itinerante “Work in Progress” fino alla fase conclusiva di configurazione della nuova piattaforma IoT KIRETI per accogliere tutta la sensoristica installata.

E’ stato molto importante per la buona riuscita dell’Opera  garantire con il nostro fornitore SITE una gestione ed esecuzione fluida dei lavori, priva di interferenze e intralci nel rispetto delle specifiche di progetto, delle esigenze accademiche e lavorative dei Responsabili dei vari Dipartimenti, e nell’ assicurare in maniera preventiva la massima sicurezza e tutela di tutti i lavoratori coinvolti nel progetto sia direttamente che indirettamente, compreso tutto il personale UNICAL  all’interno dei piani nei Cubi nella quale sono sviluppati gli edifici che compongono l Campus. 

A valle dei diversi risultati raggiunti con la conclusione dell’intero Progetto,  uno degli aspetti di rilievo che vorremmo sottolineare da parte del nostro Ufficio, è che non vi sono stati ad oggi INFORTUNI e/o incidenti che abbiano interessato personale Operativo piuttosto che il personale dell’Ateneo o addirittura degli Studenti. Ci riteniamo anche molto soddisfatti dello spirito proattivo e collaborativo che si è instaurato durante l’esecuzione dei lavori tra il team di progetto di SITE, e le diverse realtà dell’Ateneo. Unical finalmente potrà usufruire di nuova luce a basso consumo e con la nuova piattaforma garantire un controllo più performante e avanzato anche ai fini della sicurezza >> .

SCARICA COMUNICATO